Vittimologia

Anti-Stalking

contro la violenza sulle donne

 

"Ogni respiro che fai

                                                                                                        Ogni movimento che fai

                                                                                                        Ogni legame che rompi

                                                                                                        Ogni passo che fai

                                                                                                        Io ti guardo...

                                                                                                        Non lo capisci?

                                                                                                        Tu appartieni a me

                                                                                                        Quanto duole il mio povero cuore

                                                                                                        ad ogni passo che fai"

 

                                                                                                                     Every Breath You Take, The Police

 

Alcuni comportamenti come telefonate, sms, e-mail, “visite a sorpresa” e perfino l’invio di fiori o regali, possono essere graditi segni di affetto che, tuttavia a volte, possono trasformarsi in vere e proprie forme di persecuzione in grado di limitare la libertà di una persona e di violare la sua privacy, giungendo perfino a spaventare chi ne è destinatario suo malgrado.

A diventare “molestatore assillante” o “stalker” può essere una persona conosciuta con cui si aveva qualche tipo di relazione o perfino uno sconosciuto, con cui ci si è scontrati anche solo per caso, magari per motivi di lavoro.

Leggi tutto: Anti-Stalking

Bullismo

Psicologo Saronno | Bullismo

 

La vulnerabilità delle vittime

Si considera molto il punto di vista dalla prospettiva del persecutore, poco dal punto di vista della vittima. In queste situazioni, oltre alla scuola e ai genitori, bisogna insegnare alla vittima a reagire. Molte vittime vengono scelte in quanto più deboli, isolate, o più giovani di altri. La scelta del bullo si orienta al pieno controllo dell'individuo che pertanto deve avere caratteristiche di persona che non sa difendersi, cosicchè il bullo aumenti il controllo sul soggetto ed il potere sulle vittime, facendo si che anche il gruppo circostante lo tema. 

 

 

Leggi tutto: Bullismo

Dove Ricevo - Saronno e Como

Disclaimer

L'autore dichiara che le immagini contenute in questo sito sono immagini già pubblicate su internet. Se dovesse pubblicare materiale protetto da copyright non esitate a contattare l'autore che provvederà immediatamente a rimuoverlo. 

Tutti i contenuti presenti in questo sito sono prodotti allo scopo di diffondere la cultura e l'informazione psicologica. Non possiedono quindi alcuna funzione diagnostica e non possono sostituirsi ad un consulto specialistico.